Partecipazione concorso straordinario per insegnanti Infanzia, Primaria e laureati in Scienze della formazione primaria

UNIFAD dà il via al ricorso per insegnanti infanzia e primaria e per laureati in SFP esclusi dal concorso straordinario
 
In occasione del concorso straordinario previsto dalla Legge Dignità per i docenti di infanzia e primaria in possesso di diploma magistrale conseguito entro l’a..s 2001/02 e i laureati in Scienze della formazione primaria.
Per accedere alla procedura straordinaria di reclutamento è necessario essere in  possesso di diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/02 o la laurea in Scienze della Formazione Primaria, purché si sia svolto, nel corso degli ultimi otto anni, almeno due annualità di servizio specifico, anche non continuativo, su posto comune o di sostegno, presso le scuole statali.
Si precisa che non è  necessario aver accumulato due anni di servizio per intero, ma che abbia almeno 180 giorni di servizio o l’assunzione a tempo determinato per un intero quadrimestre dal 1° febbraio, il bando esclude la valutabilità, ai fini del requisito dei due anni di servizio, dell’attività di insegnamento prestato presso le scuole paritarie.
In attesa della pubblicazione del bando, già dalla bozza emergono forti criticità che limitano in maniera incomprensibile, oltre che illegittima, la possibilità di la partecipazione alla procedura straordinaria.
Ricordiamo infatti che la previsione nel Decreto Dignità di una procedura concorsuale straordinaria per i diplomati magistrale ante 2001/2002 e per i Laureati in SFP era la risposta alle sacrosante richieste di risoluzione del contenzioso riguardante l’impossibilità per dette categorie di docenti di accedere alle graduatorie ad esaurimento.
E’ ormai evidente che il bando del concorso esclude arbitrariamente dalla possibilità di partecipare tutti coloro i quali, sebbene in possesso dei titoli di studio richiesti, non abbiano maturato almeno di due anni di servizio negli ultimi otto, e non considera comunque valido ai fini del computo di detto requisito, il servizio prestato presso le scuole paritarie.
UNIFAD ritiene che sia un diritto la partecipazione al concorso per  tutti coloro  che sono in possesso di diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/02 o la laurea in Scienze della Formazione Primaria anche se non hanno maturato i due anni di servizio o se hanno maturato detto requisito con il servizio prestato presso le scuole paritarie. Pertanto, l’esclusione alle procedure concorsuali rappresenta, a nostro avviso, un grave lesione del diritto di partecipazione.
Lo staff dei legali Unifad sta predisponendo un ricorso collettivo avverso il bando di concorso al fine consentire la più ampia partecipazione possibile alla procedura concorsuale straordinaria.
Per aderire all’azione legale invia mail a : info.unifad@gmail.com

Comments are closed.

//]]>